venerdì 15 febbraio 2019

Il garante del mutuo: chi è e cosa fa


Il garante del mutuo: chi è e cosa fa
Quando si accende un mutuo, non sempre le garanzie che è possibile fornire sono sufficienti. È allora che può rendersi necessario un garante. Vediamo chi è questa figura.
Mutuo, quali garanzie chiede la banca
Gli intermediari finanziari, prima di concedere un prestisto o un mutuo, chiedono specifiche garanzie sulla solvibilità del cliente. La banca, o chi eroga il finanziamento, in altre parole deve accertarsi che il mutuatario sia in grado di rimborsa le rate del prestito e che se non sarà in grado di farlo, al finanziatore sarà comunque possibile rivalersi su altri bene per poter  rientrare della somma erogata.
Innanzitutto, quindi, si valuta il merito creditizio del cliente; solitamente si richiede che la rata del metuo non superi un terzo del suo reddito percepito e, qualora tale percentuale non venisse rispettata, il prestito può anche essere negato. Oltre al merito creditizio, poi, la banca o l'ente finanziatore può richiedere ulteriori garanzie, solitamente di due tipi: reali e personali.
Garanzie reali e personali per un mutuo
Le garanzie reali, nel caso di un mutuo immobiliare, consistono nell'ipoteca di primo grado, ovvero di un diritto reale che garantisc al creditore la possibilità di esproriare l'immobile in caso di insolvenza e di venderlo all'asta per ottenere la somma residua.
Le garanzie personali si incarnano nella figura del garante. La normativa a cui fare riferimento è quella legata agli articoli 1936 e seguenti del codice civile, in tema di fideiussione. La persona che firma come garante, in particolare, è un soggetto a terzo rispetto al mutuatario e assicura alla banca l'adempimento delle obbligazioni, nel caso il debitore principale non sia più in grado di onorare il prestito.
L'azione del garant quindi viene solo ed esclusivamente nel momento in cui il mutuatario si dovesse mostrare insolvente (mentre se il pagamento delle rate dovesse procedere regolarmente, il garante potrebbe non dover mai intervenire per tutta la durata del contratto). In questo caso, la banca può richiedere al garante le somme non rimborsate, fino all'importo massimo stabilito nel contratto stesso.
Dato che la garanzia è di natura personale, il garante risponde con tutto il suo patrimonio. In caso fossero previsti più garanti: in tale ipotesi, ciascuno risponderà pro-quota, pur rimanendo obbligato in solido con gli altri fideiussori. Allo stesso tempo, però, il garante non ha diritti sull'immobile, né di proprietà (in quanto non risulta come intestatario) né di possesso. Di conseguenza non potrà nemmeno detrarre fiscalmente gli interessi passivi del mutuo.
Come togliersi da garante del mutuo
Chi è il garante del mutuo? Solitamente si tratta di un familiare del mutuatario, o di un soggetto legato da rapporti di natura sentimentale, personale o professionale con l’aspirante mutuatario. Il legame tra garante e mutuatario in ogni caso deve essere ben forte, perché la tentazione di voler essere sollevati da questo incarico a volte è grande.
Per essere liberati di tale responsabilità, occorre che la banca dia il suo consenso, in quanto una variazione delle garanzie va a danno di quest’ultima. Eventualmente la banca potrebbe acconsentire a fronte di garanzie aggiuntive fornite dal mutuatario

Jesi, in zona centrale e ben servita, Casa indipendente cielo-terra di 95 mq. su due livelli

JESI (centro)
In zona centrale e ben servita, Casa indipendente cielo-terra di 95 mq. disposta su due livelli: al primo piano soggiorno, cucina abitabile, bagno e ripostiglio; al secondo piano due ampie camere con possibilità di ricavarne una terza, piccolo bagno e terrazzo di 15 mq.
Completano la proprietà locale di 45 mq. adibito ad uso laboratorio e piccola corte recintata.
AJS 3108 euro 95.000
Per maggiori informazioni vi invitiamo a telefonare al numero 0731.206860
www.immobiliarebellitalia.com

8 trucchi per liberarti una volta per tutte dalla polvere

8 truchi per liberarti una volta per tutte della polvere
Se nella tua quotidiana battaglia contro la polvere ti senti un po' come don Chisciotte contro i mulini a vento, abbiamo quello che fa per te. Se, anche tu, ti senti sfinito perchè ti sembra che si riaccumuli  nel momento stesso in cui hai finito di pulire, ci sono buone notizie: puoi ridurre drasticamente la quantità di polvere prodotta dalla tua casa ed impedirne la formazione. Vediamo assiamo come fare per avere la casa pulita più a lungo, e soprattutto come fare a pulirla in meno tempo.
1) Togli la polvere con un panno in microfibra. Lo sappiamo, le vecchie abitudini sono dure a morire, così come quello straccetto della polvere riciclato da una vecchia maglietta. Eppure qualcuno deve fartsi smettere, dovresti dire basta a questa routine dannosa: è ora di passare ai moderni panni in microfibra. I vecchi spolverini di piume e i panni di cotone tendono a spostare (e a diffondere) la polvere, mentre il materiale in microfibra è costituito da piccoli cunei che intrappolano polvere e sporcizia, lasciando meno residui dopo la pulizia.
2) Utilizza settimanalmente un aspirapolvere con filtro HEPA. Soprattutto se tu o qualcuno dei tuoi cari soffre di allergia, questo punto è particolarmente importante: passare un'aspirapolvere con filtro HEPA, o filtro anti particolato ad alta efficienza, è necessario perché questo particolare filtro intrappola gli allergeni contenuti nell'aria in entrata in modo da non permettere loro di tornare indietro. Una buona abitudine sarebbe quella di passarlo almeno una volta alla settimana.
3) Sostistuisce le vecchie veneziane. Le tende veneziane tendono a raccogliere la polvere nelle stecche e possono essere difficili da pulire, quindi se ce le hai, avrai sicuramente anche un quanità immesa di polvere, così che potresti prendere in considerazione il fatto di sostituirle. Meglio sicuramente optare per la praticità, affidandoti a tende o rulli lavabili in tessuto sintetico; se invece proprio non riesci a fare a meno delle veneziane, assicurati di pulirle per bene almeno una volta alla settimana.
4) Compra un depuratore d'aria. A proposito di finestre, è proprio nelle loro vicinanze che dovresti posizionare il tuo depuratore d'aria se ne hai uno o hai intenzione di acquistarlo. Ti aiuterà a intrappolare la polvere e i contaminanti dell'aria che vengono dall'esterno, impedendo loro di accumularsi già all'origine. Ricorda: il depuratore d'aria, così come l'aspirapolvere, dovrebbe sempre avere un filtro HEPA.
5) Riduci al minimo gingilli e tessili. In teoria lo sappiamo: più cose ci sono in giro, più la polvere tende ad accumularsi (e sarà necessario più tempo per sbarazzarsi di essa). Lo stesso vale per i tessuti: non solo i tessuti tendono ad intrappolare più polvere, ma anche a produrla, dato che le particelle contenute nelle fibre tessili sono fra i maggiori colpevoli di tutto ciò. Ridurre gli oggetti che raccolgono e producono polvere renderà tutto un po' più semplice. Ancora una volta il minimalismo risulta la scelta vincente!
6) Cambia le lenzuola ogni settimana. Come dicevamo, i tessuti tendono a raccogliere e intrappolare molta polvere, va da sé che mantenere le lenzuola e la bianchieria da letto il più pulite possibili è importante per la polvere al minimo. Cambia le lenzuola settimanalmente e assicurarti di pulire e rinfrescare regolarmente le trapunte, cuscini e imbottiture per materassi.
7) Riserve agli animali di casa uno spazio facile da pulire. Certo, spazzolare i tuoi amici pelosi quando sono tranquillamente raggomitolati accanto a te sul divano, è quasi rilassante ma devi sapere che in questo modo stai praticamente spargendo peli, polvere e allergie nel tuo salotto (spaziocolmo di tessuti a cui l a polvere puà aggrapparsi). Molto meglio dedicare loro uno spazio facile da spolverare ed igenizzare, come il bagno (col suo pratico pavimento in piastrelle), o quantomeno lontano dal tappeto di casa!
8) Mantieni pulite le tue piante d'appartamento. Se ami mettere piante e vegetazione un po' ovunque per casa, è importante per te sapere che le piante possono raccogliere una grande quantità di polvere. Mantienei i tuoi amici verdi - e il resto della tua casa - liberi dalla polvere: basterà una semplice spolverata una volta al mese con un panno in microfibra leggermente inumidito.
www.immobiliarebellitalia.com 


giovedì 14 febbraio 2019

A 5 km da Jesi, porzione di colonica di 160 mq. su due livelli da ristrutturare

A 5 km da Jesi
In posizione tranquilla e riservata ma non lontana dai servizi, porzione di colonica di 160 mq. disposta su due livelli da ristrutturare. La soluzione è così suddivisa: al piano terra due cantine, magazzino, legnaia e ripostiglio; al primo piano cucina abitabile con caminetto, tre camere e bagno.
Annessi per un totale di 100 mq. e corte esclusiva di 4.000 mq.
La proprietà comprende anche un terreno di circa 2 ha con pozzo. Possibilità di acquistare solo il terreno ad euro 50.000. Valore complessivo della casa e del terreno euro 165.000.
Colonica della Rondine euro 115.000
Per maggiori informazioni vi invitiamo a telefonare al numero 0731.206860
www.immobiliarebellitalia.com

Bolletta elettrica: nel 2018 prezzi più alti degli ultimi 10 anni

Bolletta elettrica: nel 2018 prezzi più alti degli ultimi 10 anni
Forte rincaro dei prezzi della corrente elettrica nel terzo trimestre del 2018: lo ha reso noto l'Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile (ENEA).
Come rilevato da un recente articolo di Immobiliare.it, le bollette pagate nel terzo trimestre del 2018 sono state le più salate dell'ultimo decennio. Una vera e propria stangata non solo per le famiglie ma anche per le piccole e medie imprese. Per queste ultime c'è stato un aumento del 10%, reso ancora più amaro dal confronto con altri Paesi  europei: considerando un consumo di 1.250 Mwh all'anno, in media un'azienda italiana spende 30 mila euro in più di una spagnola e ben 70 mila in più rispetto a quelle francesi.
Ai rincari si accompagna il calo dei consumi
Sempre dall'analisi trimestrale del sisteme energetico dell'ENEA emergono altri elementi poco rassicuranti. Il primo è che l'aumento dei costi è andato di pari passo con il rallentamento dei consumi: se tra gennaio e giugno 2018 era stato registrato un +3,2%, nel trimestre luglio-settembre la crescita si è fermata a +1%. Contemporaneamente c'è stato un forte calo dell'indice Ispred, che misura la transizione energetica dell'Italia: -5% e ottavo peggioramento trimestrale consecutivo.
Quali sono le cause e gli scenari futuri?
A ripondere a questi interrogativi è Francesco Gracceva, l'esperto che ha coordinato l'analisi dell'Enea: "La causa, stavolta, è l'incremento dei prezzi finali sulla spinta delle commoity energetiche, con l'impennata del gas naturale (+60%), dei prezzi della borsa elettrica (+33,5%) e del petrolio Brent che a ottobre ha raggiunto  di 85 dollari al barile".
Sebbene il costo del gas e soprattutto quello del greggio siano notevolmente calati, arrivando agli attuali 55 dollari, gli effetti si vedranno solo nei prossimi mesi. Almeno sul piano sicurezza si può tirare un sospiro di sollievo: le forniture sono tendenzialmente stabili. Tuttavia, qualora si verificassero eventi estremi dal punto di vista climatico  durante l'inverno, non si potrebbe escludere l'insorgere di qualche criticità, con un conseguente ulteriore rialzo dei prezzi.
www.immobiliarebellitalia.com

  

mercoledì 13 febbraio 2019

Jesi, in posizione ben servita, panoramico Appartamento di 90 mq.

JESI (prima periferia)
In posizione ben servita, al terzo ed ultimo piano di un condominio in ottime condizioni, panoramico Appartamento di 90 mq. composto da: Soggiorno con ampio balcone, cucinino, tinello, due camere matrimoniali e bagno. L’immobile è inoltre provvisto di impianto di condizionamento.
Completano la proprietà garage di 20 mq., posto auto esterno e cantina di 12 mq.
AJS 3104 euro 98.000
Per maggiori informazioni vi invitiamo a telefonare al numero 0731.206860
www.immobiliarebellitalia.com 

Jesi, in zona Gramsci, Appartamento di 120 mq. in buone condizioni

JESI (zona Gramsci)
Appartamento di 120 mq in buone condizioni. Sito al primo piano di un condominio in una zona tranquilla e riservata ma a due passi dal centro e da tutti i servizi. Composto da soggiorno, cucina con tinello, tre camere, bagno e balcone.
Completano la proprietà un garage di 20 mq. e un piccolo orto.
AJE 4187   euro 130.000
Per maggiori informazioni vi invitiamo a telefonare al numero 0731.206860
www.immobiliarebellitalia.com